La donna in Creative District haute couture 2018/19

L’esaltazione della donna nella sua bellezza e femminilità

Ciao ragazzi,

come alcuni di voi sapranno in questo momento mi trovo a Roma per la Fashionweek organizzata da Altaroma, in questo articolo vi mostrerò alcune stupefacenti creazioni di nuovi Brand esclusivi che hanno presentato le loro collezioni in un progetto di Antonio Falanga e Grazia Marino, chiamato Creative District.

Ecco i partecipanti di questa quarta edizione.

Gian Paolo Zuccarello: Per la sua collezione si ispira agli agli anni ’50, riprendendo le forme e l’eleganza della moda francese che esaltano l’eleganza della donna.

Asia Neri by Irene Mattei: La collezione si ispira al lusso e alle stravaganza del XVII secolo in Spagna; frange, nappe e velluti sono alcuni elementi chiave di questi splendidi abiti.

Aline Olivera: Gli anni ’80 sono il punto focale di questa collezione, la parola d’ordine è osare. L’audacia di una donna elegante nella lotta per affermarsi nel mondo, è il nucleo essenziale delle sue creazioni. 

Antudo: Tra i più giovani fashion designer italiani (24 anni) è riuscito già a coronare il suo sogno di creare un brand made i Sicily. Uno dei suoi obiettivi è porre l’attenzione sugli eccidi del Mezzogiorno. Elementi chiave delle sue creazioni sono i simboli della Sicilia e del Giappone, che rispecchiano il suo stile e il suo animo creativo. 

Dàvorin Cordone: Ha creato la sua prima Capsule collection caratterizzata da velluti, organze, ricami e pizzi. Una regalità raffinata e che privilegia colori scuri. 

Sosud ouverture: Si tratta di un progetto nato dalle sorelle Alessandra e Roberta Carrozzo, il cuore del Salento rivela grandi sorprese con capi unici in tessuti fluidi e stampati, punto di vera forza della collezione. Le gonne e i tessuti risaltano il corpo della donna senza alcuna volgarità. 

Un ulteriore evento interessante della precedente edizione di Altaroma potete trovarlo Qui.

XoXo

Loshame

Annunci

Rispondi