Carciofi in agrodolce

Un connubbio perfetto: l’agrodolce e i carciofi

E’ vero, ultimamente mi sto dilettando parecchio con la scoperta dell’agrodolce. Potevo non provare i carciofi?! Ovviamente no! Personalmente li trovo squisiti in ogni modo, ma fatti così sono davvero qualcosa di speciale. La parte più lunga della ricetta è certamente la plitura del carciofo, ma per il resto è tutto molto semplice.

Ingredienti:
-Un mazzo di carciofi
-Sale q.b.
-A seconda della quantità dei carciofi (uno o mezzo cucchiaio di..) Olio d’oliva, Origano, zucchero e aceto

Procedimento:
Prima di tutto pulite i carciofi, togliendo le punte spinose tagliando circa a metà del carciofo, dopo di che tagliate a listarelle abbastanza sottili eliminando la parte filamentosa all’intenro (che in Sicilia chiamiamo barba!). Se non li preparate subito, vi consiglio di mettere i carciofi tagliati in un bagno di acqua e limone, per evitare l’ossidazione. A questo punto sbollentate i carciofi per circa 3 o 4 minuti, fin quando all’assaggio non saranno morbidi ma non troppo (1) questa sarà la cottura finale, verranno mangiati a questa consisteza. Dopo di che scolateli (2) e stendeteli su un panno largo, così da farli raffreddare e fermare la cottura (3). Una volta raffreddati, 20 minuti dovrebbero bastare, versateli in un recipiente e aggiungete sale (4), un cucchiaio di origano (5), uno di zucchero e uno di olio e aceto (6). Mescolate il tutto e assaggiate procedendo all’ulteriore aggiunta degli ingredienti, nelle stesse modalità già descritte, fin quando non raggiungerete il livello di agrodolce desiderato (7). I carciofi sono adesso pronti per essere gustati o conservati, ma per la mia esperienza non rimarranno a lungo sulla tavola! (8).

Avevate mai provato i carciofi così? Sono buonissimi! Seguitemi su Instagram @ricderek e sulla mia nuova pagina FB Le ricette di ricderek! 

Buona vita a tutti
R.

Annunci

5 thoughts

Rispondi