Il Babà è una cosa seria

La ricetta del Babà

Mia mamma lo dice sempre che il Babà è una cosa seria, e la ricetta di oggi è infatti proprio merito suo.

Ingredienti per 16 babà:
-500gr di farina manitoba
-100gr di burro
-50gr di zucchero a velo
-7gr di sale
-21gr di lievito
-8 uova
-Un pizzico di vanillina 
-3 gocce di aroma d’arancia

Per la Bagna:
-500 ml di acqua
-300gr di zucchero
-Rum puro, da versare sui babà

Procedimento:
Unire farina, zucchero a velo e burro ammorbidito nella planetaria munita di gancio (1), iniziare ad impastare ed unire a poco a poco gli altri ingredienti uno alla volta. Nell’ordine: Sale (2), lievito (3), un pizzico di vanillina (4), le gocce d’arancio (5), le uova (6). L’impasto dovrà risultare quasi filante ed elastico (7-8). Imburrate i bicchieri con un pennello (9) e inserite l’impasto a meno di 3/4 della capienza (10).

Lasciate lievitare i babà nei loro bicchieri dentro ad un forno spento con solo la luce accesa (11), fin quando l’impasto non raggiunge il bordo del bicchiere. A questo punto accendete il forno a 180° per 15 min circa, fate la prova stecchino come per una normalissima torta (12). Fate raffreddare (13) e nel frattempo preparate la bagna per i babà con acqua e zucchero, portandola a 70° sul fuoco, immergetevi i babà già freddi nella bagna che però non deve raffreddare, tenendoli immersi fino a quando da questi non usciranno più bollicine.

Se la bagna dovesse raffreddare, scaldatela nuovamente. Mettete poi i babà a testa in giù a scolare per cinque minuti in uno scolapasta. Disponeteli in un vassoio bagnandoli a piacere con il rum.

IMG_8459

Spero che la ricetta di oggi sia stata di vostro gradimento, non esitate a commentare e seguitemi anche sulla pagina Facebook e sul mio profilo Instagram @ricderek.

Buona Vita a Tutti
R.

12 thoughts

  1. O’ babbà! È il re dei dolci napoletani. Ha lontane origini polacche, portato in Francia da un famoso pasticciere nel 1835. È il dolce che preferisco tra quelli della mia città anche se è meno noto delle sfogliatelle e della pastiera. Al di fuori di Napoli non l’ho mai trovato all’altezza di quello partenopeo. Una mia zia lo faceva in casa ed era il massimo. È una lavorazione complicata e laboriosa per quanto mi diceva la zia.

    1. Non sapevo avesse origini polacche! Beh i babà di Napoli me li ricordo eccome .. buonissimi ! Si la ricetta è un po’ laboriosa ma ne vale sempre la pena

    1. Ciao! L’impasto deve Essere molto lavorato .. la frusta in questo caso non serve, puoi provare a impastare a mano energicamente come se fosse l’impasto della pizza diciamo, ma non posso assicurarti il risultato perchè non ho provato. Fammi sapere

Rispondi